logo foodandgoodlife
Cerca
Necci con purea di mela cotta. Ricetta senza Nichel e Vegan

Necci ricetta paleo, vegana, senza glutine e nichel

Necci ricetta paleo, vegana, senza nichel, glutine e lattosio

Necci ricetta con solo farina naturale, adatti sia per il dolce che per il salato. Se non li avete mai mangiati vi starete chiedendo: “cosa sono i Necci?”. Ora lo vediamo!

Cosa sono i Necci? Si tratta di una ricetta tipica della Toscana che prevede l’utilizzo di un ingrediente magnifico: la castagna. Chiamati anche Nicci o Ciacci sono un piatto povero, semplice e antico. Ottimi per una colazione energetica e salutare, per un primo piatto sano, ma anche per un goloso dessert di fine pasto. Oggi vi propongo i Necci con purea di mela cotta e miele ( ricetta adatta e perfetta per chi ha l’allergia al nichel) e i Necci con pere e cioccolato per i più golosi.
Necci con purea di mela cotta. Ricetta senza Nichel e Vegan
Necci con purea di mela cotta. Ricetta senza Nichel, Vegan e Paleo

Cosa sono i Necci e come si preparano?

I Necci o anche chiamati Nicci, Ciacci o Cian sono delle crespelle spesse a base di farina di castagne. La farina di castagne è anche chiamata “farina dolce” proprio per la sua naturale dolcezza. Si tratta di una ricetta tipica della Toscana, che prevede l’utilizzo di un unico magnifico ingrediente: la castagna.

I Necci Toscani sono un piatto antico, sano e semplice. La ricetta classica prevede l’utilizzo del sale, infatti in origine venivano preparati per essere accompagnati a vivande salate, poi in seguito con un ripieno di ricotta dolce.

Queste crespelle con farina di castagne venivano cotte sui testi tra due foglie di castagno. Il suo nome deriva da “castagniccio” da noi conosciuto come “castagnaccio”.  Il Neccio Toscano è tipico della zona di Pescia, Lucca, Versilia, della Montagna Pistoiese, alta Garfagnana e Frignano. Inoltre è molto conosciuto anche in Corsica dove viene chiamato Nicciu.

La ricetta dei Necci è facilissima. Si preparano soltanto con due ingredienti: la farina di castagne e l’acqua, per la versione salata anche un pizzico di sale. I due ingredienti vanno amalgamati bene fino a formare un composto liscio, omogeneo e senza grumi. Si cuoce proprio come una crepe, in padella con un velo di olio. I piccoli dischi ottenuti vengono arrotolati e farciti solitamente con della ricotta. Degustati caldi sono una vera delizia!
Nella mia ricetta non useremo la ricotta come nella versione tradizionale, ma la farciremo con una composta di pere fatta in casa senza zucchero, oppure di mele, e con una guarnizione di cioccolato fondente fuso che renderà questo dolce paleo non solo sano e naturale ma anche golosissimo.
Queste crepe vegane con farina naturale sono perfette per concludere il pranzo della domenica in famiglia, per una merenda sana e golosa o per la vostra colazione salutare senza zucchero raffinato e senza farine di cereali. Ecco come li ho serviti con cioccolato fondente fuso.
Necci ricetta Paleo, vegan e senza glutine, con pere e cioccolato.
Necci ricetta Paleo, vegan e senza glutine, con pere e cioccolato.

Questi dolci naturali sono ottimi anche per una colazione salutare salata, basterà farcire la crepe di farina di castagne con delle verdure grigliate, degli affettati di buona qualità come la bresaola, il roast-beef, prosciutto di Parma o San Daniele oppure del salmone selvaggio affumicato. Per il ripieno potete sbizzarrirvi in base ai vostri gusti. In questo modo le crepe saranno perfette da portare con se per un pasto fuori casa.

Necci ricetta Paleo, vegana e senza glutine

Queste crepes sono senza glutine poiché viene utilizzata solo la farina di castagne, non contengono latte quindi vanno benissimo anche per chi è intollerante al lattosio, e sono Nichel free. Proprio per chi è allergico al nickel posso suggerire di farcirle con purea di mela o composta di mele fatta in casa e del miele di buona qualità.
Nella versione dolce si prestano benissimo per la colazione abbinandole a delle creme spalmabili al cioccolato o alle nocciole, composta di frutta fatta in casa, marmellata senza zucchero  o quello che preferite. Per una ricetta salata possono essere farcite e gratinate al forno per un ottimo primo piatto. Nella tradizione Toscana, i Necci, vengono abbinati anche a fette di pancetta o a della salsiccia che viene aggiunta all’impasto.
In questa ricetta con farina di castagne vi propongo un abbinamento classico ma sano: crepe con composta di pere e cioccolato fondente, il tutto senza zuccheri aggiunti.
Queste crepes di castagne sono ideali per chi segue un’alimentazione sana, naturale, ad alto potere nutrizionale e per chi segue diete specifiche come:
  • la Paleo dieta
  • dieta antinfiammatoria
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • la dieta dei gruppi sanguigni
  • Metodo Apollo (una strategia nutrizionale per la psoriasi)
  • Senza Nichel

Approfondimento: La farina di castagne nella dieta Paleo antinfiammatoria senza glutine

Chi inizia a seguire una dieta Paleo, senza glutine o una dieta antinfiammatoria può inizialmente avere difficoltà ad evitare le farine raffinate. Questa congettura andrà presto a svanire quando si scoprirà la bontà delle farine alternative come le farine naturali. Spesso queste ultime sono molto sottovalutate soltanto perché non si ha l’abitudine di mangiarle, ma in realtà sono davvero salutari. La farina di castagne è una di queste.
Le castagne, di cui l’Italia è davvero ricca, sono noci da albero ricche di amido ma a basso contenuto di grassi, infatti su 100 grammi di prodotto abbiamo soltanto 2,2 grammi di grassi. Costituiscono una buona fonte di
carboidrati naturali adatti alla dieta Paleo poiché non sono lavorati.
Le castagne sono una valida alternativa alle patate e alle patate dolci e possono essere mangiate sia arrostite che bollite. Potete usare questa farina naturale per preparare degli ottimi prodotti da forno con la farina di castagne, nel mio blog trovate diverse ricette.
Questa farina può essere utilizzata non solo per ricette dolci e salate, ma anche come addensante per salse o creme come la crema pasticciera o la besciamella.

Quali sono i benefici della farina di castagne?

  • Sono una ricarica di energia: il loro valore energetico riesce a combattere fatica e stress nei mesi invernali come ricostituente naturale;
  • Le castagne sono un’ottima fonte di vitamina C, rame, vitamina B6 e manganese.
  • Aiutano l’intestino: il buon apporto di fibre combatte la stitichezza e regolarizza l’intestino;
  • Combattono l’anemia: contengono molto ferro ed acido folico;
  • Contrastano il colesterolo alto: sono ricche di fibre vegetali e non contengono colesterolo quindi sono indicate per chi soffre di iper-colesterolemia;
  • Non contengono glutine: si adattano perfettamente a chi soffre di celiachia pur avendo caratteristiche nutrizionali quasi identiche ai cereali;
  • Migliorano il sistema nervoso: contengono molto fosforo che potenzia la memoria e l’attenzione.
Allora vediamo subito come realizzare questa ricetta!

Ricetta dei Necci: una crepe senza latte e senza uova con solo farina naturale

Necci ricetta vegana: Ingredienti 8 crepe da 18/20 cm

  • Farina di castagne 150 g.
  • acqua 250 g.
  • olio extra vergine di oliva 4 cucchiai
  • un pizzico di sale per la ricetta salata
  • un pò di cannella o scorza di arancia bio per la ricetta dolce
  • olio evo q.b. per ungere la padella prima di versare il composto della crepe
  • 2 pere medie oppure 2 mele
  • 40/50 g di cioccolato fondente
  • miele bio per la ricetta senza nichel

Procedimento dei Necci con composta di pere e cioccolato fondente

  1. Mettiamo in una ciotola la farina di castagne, aggiungiamo 150 g di acqua (pesiamo tutto con la bilancia) e mescoliamo bene con una frusta;
  2. quando il composto sarà liscio e senza grumi possiamo aggiungere gli altri 100 g di acqua e mescoliamo bene il tutto;
  3. aggiungiamo due cucchiai di olio, il sale per la ricetta salata o la cannella o scorza d’arancia bio per la versione dolce, mescoliamo bene e lasciamo riposare per circa 30 minuti.
  4. Trascorso il tempo di riposo prendiamo una padellina antiaderente da 18-20 cm o una piastra o una padella di acciaio inox con doppio fondo e ungiamola di olio evo;
  5. mettiamo la padella sul fuoco e appena è calda versiamo mezzo mestolo circa di composto in padella, ruotare la padella per distribuire bene il composto in modo uniforme e cuociamo un paio di minuti per lato.
  6. Decidete voi, in base ai vostri gusti, se farle un pò più spesse o più sottili.
  7. Quando i bordi iniziano leggermente a staccarsi dalla padella girate la crepe con una spatola e continuate la cottura dall’altro lato.
  8. Appena pronte le mettiamo su un piatto e continuiamo con la cottura delle altre crepe vegane.
  9. prepariamo la composta di frutta: sbucciamo le pere o mele se preferite, priviamole del torsolo, tagliamole a pezzetti e mettiamo in una pentola con doppio fondo;
  10. cuociamo le pere a fuoco medio con 4/5 cucchiai di acqua e lasciamo cuocere finché siano abbastanza morbide da poter essere schiacciate e ridotte in purea, in questo caso potete usare un frullatore a immersione ma sarà più semplice schiacciarle.
  11. Per un piatto autunnale o invernale potete aggiungere alle pere un pò di cannella.
  12. Sciogliamo il cioccolato fondente, farciamo le crepe con la composta di pere e cospargiamo di cioccolato fondente.
  13. Ora possiamo servire e degustare.

Consigli utili

  • Possono essere preparate anche crepes di farina di castagne salate semplicemente aggiungendo un pizzico di sale alla ricetta e farcire come indicato in alto nella descrizione.
  • Potete usare una padella un pò più grande e ovviamente verranno meno crepes di castagna.
  •  Se non avete tempo per prepararli al momento, si possono preparare in anticipo e farcirli al momento, riscaldandoli prima in padella se li volete caldi.
  •  Si possono conservare in frigo per due/tre giorni al massimo, chiusi in un contenitore ermetico, o come ho fatto io in un piatto coperto di pellicola per alimenti, oppure si possono congelare (per massimo 15 giorni) separando le varie crepe alla castagna una per una con della carta da forno e poi lasciarle scongelare all’occorrenza;
  •  Per quanto riguarda il peso degli ingredienti trovate tutto in grammi perché nel creare le mie ricette uso la bilancia anche per i liquidi, in questo modo si sporcano meno utensili ed è tutto molto più pratico.
  • Se invece volete preparare le crepes proteiche con farina di castagne, acqua e albume provate l’altra mia ricetta già pubblicata nel blog, clicca qui di seguito: Crepes con farina di castagne senza latte

Ricetta Chetogenica

Aggiungo qui in breve la variante delle crepe keto per soddisfare le varie richieste avute dalle iscritte al gruppo Facebook. Dopo un sondaggio è venuto fuori che la ricetta piaceva molto ma tante seguono la dieta chetogenica, quindi inserisco anche gli ingredienti per le Crepe al cocco keto. Il procedimento è lo stesso. Ecco gli ingredienti:

  • 35 g di Farina di cocco fine
  • 280 g di albumi in brick
  • 12 cucchiai di acqua
  • 1 cucchiaio di olio evo o cocco
  • un pizzico di sale per la versione salata
  • spezie varie a piacere per la versione salata, es: curcuma, pepe, paprika
  • un pizzico di cannella opzionale per la versione dolce
  • lasciare risposare l’impasto 5 minuti, mescolare e cuocere le crepes al cocco in padella calda

Per restare sempre aggiornati nulle novità, sui nuovi articoli e sulle ultime ricette seguitemi sui Social qui sotto indicati: (clicca sulle parole colorate)

    1. Instagram @food_n_goodlife
    2. Facebook pagina potete seguirmi su Food and good life
    3. Gruppo Facebook Le mie ricette low carb, keto, paleo, life120 e senza glutine”.
    4. Sul canale YouTube dove a breve aggiungerò dei video sulla lista della spesa per la dieta low carb, keto e senza glutine, i prodotti migliori da acquistare e dove spendere meno.
    5. Telegram gruppo Food and good life

 

Mary Geloso

9 risposte

    1. Grazie mi fa piacere sapere che li hai trovati interessanti. Attendo di sapere cos’altro ti sarà utile o che ricetta rifarai. A presto. Un abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *